Di padre in figlio – “Il Vecchio Principe” al Teatro Matteotti di Moncalieri (TO)

Tag

, , , , , , , ,

12039446_551308035023273_231320445280253908_n

“I vecchi sono come i bambini: vogliono che ci si occupi di loro, ma ai vecchi nessuno ci fa caso”
da “Zio Vaja” di Anton Checov

Malinconica e profonda la piece in scena sabato 31 ottobre al Teatro Matteotti di Moncalieri (TO) nell’ambito della stagione teatrale “Ma vai a quel teatro!” che vede il bravo Mario Acampa in veste di direttore artistico.

Il testo tocca i temi della solitudine e dell’abbandono, della vecchiaia e dell’assistenza agli anziani.

Antoine, un giovane infermiere, assiste Vecchio, un paziente di un ospedale geriatrico. L’anziano, affetto dall’Alzheimer, parla con le stelle, viene visitato da medici e parenti distratti, ma paradossalmente insegnerà ad Antoine il senso della vita. Una sorta di eredità spirituale da un vecchio ad un giovane,un padre ed un figlio ideali.

Testo e regia di Cèsar Brie

Con Manuela de Meo, Daniele Cavone Felicioni, Pietro Traldi.

Musiche Chango Spasiuk

Costumi Anna Cavaliere

Una produzione Teatro Presente

Ore 21 Sabato 31 Ottobre 2015
Teatro Matteotti, Via Matteotti 1 – Moncalieri (TO)

Cena in Bianco Torino 2015. E la favola continua….

Tag

, , , , , , , , , ,

venaria_reale1

Domenica 5 luglio 2015 avrà luogo la quarta edizione di Cena in Bianco Torino, oramai un appuntamento imperdibile per i torinesi.
Quest’anno è stata scelta come location la suggestiva cornice della Reggia di Venaria, la piccola Versailles orgoglio locale famoso in tutto il mondo per l’interesse storico ed architettonico che racchiude.
E’ stata dichiarata dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità nel 1997.
Costruita nella seconda metà del 1600, nasce come residenza di caccia della famiglia Savoia.

Regole fondamentali per la serata il rispetto del total white e della natura.

Noi ci saremo e ne trarremo un piccolo reportage.

Con la gentile partecipazione di Tacco Dodici

11181295_916768301694647_3747540403132021764_n

Bisous

Ulderica

Atelier Beaumont, l’Alta Moda nel cuore Liberty di Torino

Tag

, , , , , , , , , , , , , ,

Stylist (1)

La stilista Paola Benedetta Cerruti, già collaboratrice della Maison Valentino, presenta oggi nella sua Torino presso l’Atelier Beaumont, di Via Claudio Beamont 8, le nuove collezioni SOPHIA e PARADISEWEAR.

E’ un sano ritorno al concetto di sartorialità e su misura, un viaggio a ritroso nel concetto di lusso e di Alta Moda che la città sabauda ha contribuito a far conoscere in Europa nel periodo a cavallo tra la fine dell’800 e i primi del ‘900, ospitando anche nomi come le Sorelle Fontana.

In quell’epoca le signore torinesi erano considerate le donne più eleganti d’Europa, seconde solo alle parigine. Il concetto di eleganza è insito nell’Haute Couture, dove il ricamo, il seguire le linee del corpo della cliente, l’esaltarne le qualità, rende così prezioso il lavoro dello stilista.

Abito da Cocktail in Satin di seta Collezione Sophia Atelier Beaumont
Abito da cocktail in satin di seta Collezione Sophia

Noi saremo lì per voi, per portarvi una ventata di sogni.

Bisous

Ulderica

Mario Acampa, The Golden Boy

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , ,

11424443_10205602248049309_6448332527653411672_n

” Noi siamo soli nel momento in cui il nostro amore è inespresso” – Mario Acampa

La scena sa di qualcosa di già vissuto. Il solito bar di Piazza Statuto (oramai lo chiamo “il mio ufficio veloce”), 2 caffè e di fronte a me uno dei ragazzi più talentuosi che io abbia mai incontrato, Mario Acampa.
Per i miei amici e per chi mi segue Mario compare spesso nei miei discorsi e nei miei lavori.
Per me lui è talento puro, tela bianca e colorata insieme, trasparenza e sincerità.
Non lo vedo da qualche settimana, lui nel frattempo ha girato con Tom Hanks alcune scene di Inferno, dal best seller di Dan Brown, per la regia di Ron Howard a Budapest. Sì. avete capito bene, lui è stato l’unico attore italiano ad aver superato il provino. Il ragazzo minimizza, la sua amica blogger cerca di dargli il giusto lustro. Ma questa è un’altra storia, della quale parleremo a tempo debito.

11295704_10206825703863000_5827533972368265355_n

L’occasione è data dalla prima nazionale, lunedì 15 giugno 2015 presso il Teatro Carignano di Torino, dell’opera lirica Il Piccolo Principe, musica e libretto di Alberto Caruso, regia del “nostro” Mario Acampa.
Tratto dall’omonimo libro scritto nel 1943 dal francese Antoine de Saint-Exupéry, il libretto ne rispetta la struttura originaria e l’approccio naturalistico nel narrare la storia del piccolo principe che vaga alla ricerca delle risposte ai quesiti universali dell’Uomo, quasi un testo filosofico la cui lettura è possibile ad ogni età apprezzandone connotazioni diverse e approfondendole a seconda della propria individuale sensibilità.
Sul piano musicale il compositore si spinge al di là del testo, interpretando le emozioni dei vari personaggi e proprio su questo terreno, dato dal sotto testo dell’opera, si incontrano l’autore e il regista, impegnati sul piano dell’interpretazione delle emozioni, prima fra tutte la Solitudine, un concetto atavico dell’Uomo.
Una musica, dice lo stesso Mario, che va dritta al cuore
.
piccolo-principe-01

Mario spiega che per lui la regia è un atto di Coraggio, che dà una direzione forte al testo, mentre la Forza viene impressa dai collaboratori dei quali il regista si avvale. Sono state fatte, infatti, delle scelte coraggiose, come rendere attuale la figura del protagonista, un essere umano dei nostri giorni che ha tutto, può andare ovunque, può comunicare con chiunque, ma si sente ugualmente solo. Questo perché, sostiene il regista, l’essere umano ha bisogno si esprimere il proprio Amore attraverso degli atti, dei gesti che permeino la sua vista di  una significato. Acampa, a tal proposito, cita un’iscrizione posta sulla facciata della Facoltà di Architettura di Venezia che dice “La verità sta nel fare le cose”.
Se volessimo trarre un insegnamento da questa lettura del libro dell’autore francese diremmo che Piccolo Principe è colui che ci ha provato fino alla fine, perché in realtà nella vita bisogna sempre avere fiducia in se stessi e perseguire le proprie ambizioni e i propri sentimenti, indipendentemente dal risultato, ma credendoci ed affidandosi ad essi.

Ed ecco che l’opera viene ambientata negli anni ’50, non a caso all’interno di vari aeroporti, i luoghi dove per eccellenza si incontrano mille personaggi senza conoscerne realmente nessuno e dove si viaggia verso qualunque destinazione. L’idea è quella di richiamare alla mente la vecchia Pan Am, con le sue divise storiche e la predominanza del colore azzurro.

lwsm_panam_2560_108

L’opera inizia con Piccolo Principe che parte dal suo pianeta perché si rende conto che il suo rapporto con la rosa, della quale ha avuto sempre cura, non gli basta più, ha bisogno di fare nuove esperienze. Egli parte per un viaggio che lo porterà in altri luoghi, dove farà nuovi incontri e nuove esperienze, ma la Nostalgia per la rosa, alla quale si renderà conto di voler tornare, lo condurranno verso un finale catartico diverso da quello scritto da Saint- Exupery.

Sponsor per gli arredi GEBRÜDER THONET VIENNA. costumi di Ilaria Magini, scenografia di Francesco Boerio, coreografie di Antonio Della Monica.

11401364_907653122606165_9175926910144653308_n

11246253_10206939682672399_2378890742721991667_n

Le sorprese con Mario Acampa non si esauriscono qui. Ad agosto sarà sua la conduzione del FIUGGI FILM FESTIVAL e a settembre si riparte con la nuova stagione teatrale di TEATRO MATTEOTTI/FONDERIE LIMONE a Moncalieri (TO), dove Mario ricopre il ruolo di direttore artistico.

Noi, domani sera, saremo al Carignano ad applaudirlo.
A tutti voi, a presto

Un caloroso abbraccio

Ulderica

11392890_907992162572261_3948085106109002184_o

MyBeautyBox di maggio è #solocosebelle

Tag

, , , , , , , , , , , , , , ,

my-beauty-box-valentina-grispo-copia

Ed ecco che arriva la box di maggio con una selezione di prodotti molto particolari firmata dalla blogger Valentina Grispo. Non vorrete perderla per nessun motivo!!!
Poi, se utilizzate il mio codice, potrete averla con un fantastico sconto del 20%!!!!!!

Il codice è: BLOG20

Potere alle ragazze!!!!!!

Bisous

Ulderica

Happy Mother’s Day Contest – I Vincitori

Tag

, , , , , , , , , , , , ,

Dopo lungo e combattuto esame delle tante foto pervenute, ecco i vincitori del nostro concorso in collaborazione con il brand TACCO DODICI:

– Prima classificata: ELENA SOFFIATO con la sua mamma CATERINA DALUISO detta ARIANNA, per la dolcezza e la purezza che traspare dall’immagine. Vince una collana realizzata a mano di TACCO DODICI

11210112_10205491687005319_618040332_n

– Seconda classificata: MONICA CARELLI, per l’amore incondizionato e la complicità che traspaiono dallo scambio di sguardi tra madre e figlia. Vince un bracciale realizzato a mano di TACCO DODICI

2015-05-05 16.29.59

– Terzo classificato: MONICA BUZIO con la sua mamma PALMA FERRO, per il simbolismo della foto, in cui la mamma accompagna la sua bambina sulla scala della vita. Vince un anello realizzato a mano di TACCO DODICI.
 

IMG_201505128_084928

Siamo felci che abbiate partecipato numerose. E’ bello sentirvi così vicine.
Un grazie immenso a TACCO DODICI per la deliziosa collaborazione e per i bellissimi premi 🙂

Altre interessanti novità stanno per arrivare per voi!!!!!!

Bisous

Ulderica

Happy Mother’s Day Contest

Tag

, , , , , , , , , , , , ,

moms

Ragazze, manca solo una settimana alla Festa della Mamma ed HERMY & MOM vi propongono di fare alle vostre mamme un fantastico regalo firmato Tacco Dodici. Avete capito bene!!!! Partecipate al nostro concorso e avrete la possibilità di avere in omaggio un gioiello creato personalmente dall’artista Paola Anastasio per la donna più importante della vostra vita.
Ma le sorprese non sono finite, perché i premi in palio saranno 3: una collana, un bracciale e un anello per 3 fortunate vincitrici!!!

I gioielli di Tacco Dodici sono realizzati con pietre dure, madreperle, cristalli, pezzi vintage e sono uno diverso dall’altro.
Le rifiniture sono in materiale antiallergico e Nichel free ed interamente made in Italy.

T12 COL POT POURRI

T12 BR VENERE 1
T12 AN GOCCIA

Ma come partecipare? Ecco il REGOLAMENTO:

– cliccate mi piace sulla pagina pagina Facebook di HERMY&MOM o iscrivetevi al blog hermyandmomlife.com
– mandate una mail con una foto di voi da piccole con la vostra mamma, una foto vintage, insomma, al seguente indirizzo di posta elettronica: hermyandmom@gmail.com
– non dimenticate di indicare nella mail il nome e il cognome vostro e della vostra mamma e una recapito telefonico, nonché un indirizzo per la spedizione
– il termine ultimo per partecipare è sabato 09/05

Se avete dei dubbi sul regolamento o avete domande potete chiamarci al 339.4804697

th

Naturalmente le foto più belle saranno pubblicate sul blog e sulla nostra pagina Facebook

A tutte un grande In bocca al Lupo!!!!!!
E W TACCO DODICI!!!!!!

Ulderica

 

Il concetto di creatività pura secondo d-ECOnstruction Lab

Tag

, , , , , , , , , , , , , , ,

Reportage-D-ECOnstruction-Lab-12 (1)

Conosco da tempo Mihaela Slav e devo dire che ha il fascino romantico e rigoroso di certe eroine dei romanzi di fine ‘800. Una giovane donna schiva, asciutta, ma che sorride con grandissima cordialità quando si sente a proprio agio. Una personalità fatta di grande dedizione al proprio lavoro, portato avanti con una passione, oserei dire una “fede” incrollabile, ora più che mai votata al successo e alla riuscita di un brand che è espressione visiva e tangibile di una formazione eccellente, di sogni da materializzare, di una grande esperienza culturale a tutto tondo, dove nulla è lasciato al caso e ogni dettaglio viene curato in modo maniacale.

Reportage-D-ECOnstruction-Lab-2logo

Mihaela nasce in Romania nel 1977 e lì si forma come fashion designer. Desiderosa di completare la sua formazione in Italia, si trasferisce a Torino con l’intenzione di conseguire la laurea all’Accademia Albertina delle Belle Arti.
Da sempre attenta anche al mondo dell’Arte, passando dalla pittura alla musica, la sua ossessione è la “destrutturazione” degli elementi cardine che reggono questi mondi per poterne creare di nuovi.
Sostanzialmente il suo pensiero si basa sulla padronanza di un concetto talmente approfondita da poterlo scardinare al suo interno e ricostruire su nuove basi.
Ispirandosi all’artista cubana Tania Bruguera, abbraccia il principio dell’Arte Util, che consiste nel mettere in discussione le basi dell’Arte in cui opera per poter creare qualcosa di nuovo per i suoi fruitori.
Come nella visione della Bruguera, vengono messi in forse i principi dei contesti nei quali si opera (civico, legislativo, pedagogico, scientifico) al fine di creare le premesse per nuovi modi per rapportarsi con essi.
Nasce così d-ECOnstruction Lab.

Reportage-D-ECOnstruction-Lab-6 logo

La sua è una creatività “pura”, quasi monastica. Dalle sue abili mani di artigiana escono prototipi di borse, accessori e abbigliamento dove l’elemento base sono la fantasia, il concetto dell’elemento stesso e la sua portabilità. Utilizzando prevalentemente pellami pregiati di scarto provenienti dall’industria dell’abbigliamento, Mihaela riesce a creare pezzi unici o comunque a tiratura limitata, che hanno un’anima e una storia propria e che sono classificabili come eco-sostenibili.
Sono veri e propri oggetti d’arte che vanno oltre la finalità estetica e hanno l’intento di sensibilizzare l’opinione pubblica sulle problematiche legate all’ambiente e alla piaga della disoccupazione, nella speranza che ciò induca alla nascita di una coscienza critica da parte del consumatore finale.

11081333_1028925840466025_5552286637764358098_n

Ogni singolo pezzo viene firmato e numerato a mano, così testimoniando il valore di un entità creata con l’anima. Un’anima che vede la Moda del passato come un dato acquisito e che fa riferimento, parlando di silhouette, al periodo edoardiano, tanto caro a molti couturier del nostro tempo.
Inutile non fare riferimento a Vivienne Westwood e alle sue rivisitazioni, spesso anche irriverenti, di alcuni capi storici dell’abbigliamento di quel periodo, in particolar modo al corsetto.
Nel corso dell’interessantissimo pomeriggio trascorso con Mihaela per realizzare questo articolo ho avuto modo di conoscerla meglio e proprio a proposito del corsetto, che è un capo difficile da realizzare perché articolato e composto da vari elementi, lei osservava come ami questo capo proprio perché costrittivo della persona e come la costrizione fisica sia sovente foriera di una grande libertà intellettuale e di pensiero. Inutile non andare con esso ad un’artista del calibro di Frida Kahlo, che ne è lo straordinario esempio.

corsetto

Il concetto di Libertà elaborato dall’artista non poteva non rimandare il nostro discorso, svoltosi di fronte ad un caffè, a film come Matrix, che trattano argomenti come il sistema in cui viviamo e nel quale le cifre stilistiche ben si sposano con quelle di d-ECOnstruction Lab.
Con la scelta, spesso quasi totale, del colore nero, della linearità e nella pulizia delle forme, nella perfetta fusione tra passato e futuro, dove ci sembra di scorgere la Moda che verrà pur facendo continui cenni al passato.
Il mondo di Mihaela Slav è un mondo onirico, popolato di esseri di fantasia.
Musicalmente attenta, vede in un’artista completa come l’islandese Bjork l’immagine della creatività a 360 gradi, dove la musica ed il canto si fondono splendidamente con l’immagine della persona, le sue performance e i suoi video, in un insieme di estrema qualità complessiva.

Potete trovare il brand d-ECOnstruction Lab su Facebook. https://www.facebook.com/pages/D-ECOnstructionLAB/450011898357425?fref=ts

10835135_1013191598706116_3325298910592350092_o

Ph. Mathieu Gasquet

Grazie della Vs compagnia

Ulderica

NOI/LORO – PENNA&ARGILLA (L’Arte incontra se stessa)

Tag

, , , , , , , , , , , ,

11058065_839589016100805_9173624170056399577_n

Questa sera presso la boutique Dario Cavallo di Torino si terrà l’evento NOI/LORO – Penna&Argilla, un format innovativo che vedrà interagire il progetto figurativo dello scultore Salvatore Soccodato con l’opera poetica di Alessandro Marconetti.
Durante la serata l’attrice Sonia Belforte interpreterà alcuni versi e canti.

Le sculture di Salvatore Soccodato rimarranno esposte presso la boutique Dario Cavallo fino a fine maggio.

http://www.artesoccodato.com

DARIO CAVALLO Pellicce e Abbigliamento
Via Valperga Caluso n°18
10125 TORINO

Finalmente a casa

Tag

, , , , , , ,

FAC loc gobetti web

Debutta venerdì 13 febbraio al Teatro Gobetti di San Mauro Torinese alle ore 21 “Finalmente a casa”, una sana commedia all’italiana scritta da Sergio Rosa Cardinale, per la regia di Enrico FASELLA.
Una commedia degli equivoci brillante e piena di ritmo che certamente vi procurerà più di una risata.

FAC famiglia compl

Con Domenico BERARDI, Milena ALBERTONE, Paola ANASTASIO, Angela GIANTURCO e Alfonso RINALDI.

Info e prenotazioni 348.2612354

HERMY & MOM